Risotto con stoccafisso norvegese e fave

20 Maggio 2021

(post in collaborazione con Seafood from Norway) Noi italiani siamo abituati a cucinare lo stoccafisso prevalentemente in inverno, per tradizione. Oggi sfatiamo un mito con questo risotto con stoccafisso norvegese e fave.

In realtà è un pesce molto versatile che si presta a diverse preparazioni, in primavera come in estate. Oggi parte un progetto in collaborazione con il marchio Seafood from Norway.

Nello specifico andremo a scoprire tre tipi di pesce norvegese:

  • stoccafisso
  • baccalà
  • salmone

Molto spesso si confondono stoccafisso e baccalà ma la differenza è che il baccalà viene prima salato mentre lo stoccafisso viene solo essiccato. Immaginatevi un pesce che viene conservato solo grazie alla forza della natura.

La Norvegia è un posto stupendo e il pesce non può che essere così buono, grazie anche al particolare microclima e alla qualità delle acque.

Per questo risotto con stoccafisso norvegese e fave ho utilizzato lo stoccafisso già ammollato.

Come si prepara il risotto con stoccafisso e fave

La ricetta è molto semplice, vedrete che avrete un piatto strepitoso.

Ingredienti  per 4 persone:

  • 280 g di riso Carnaroli
  • 300 g di stoccafisso norvegese già ammollato
  • 240 g di fave fresche sgranate
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 1 cipolla piccola
  • Olio extravergine di oliva (possibilmente al limone per la mantecatura)
  • Scorza di limone biologico
  • Sale
  • Pepe

Pulite lo stoccafisso, togliete la pelle e le lische. Mettete gli scarti in un tegame, ricoprite di acqua, aggiungete ½ cipolla, poco sale e preparate un brodo di pesce. Lasciate sobbollire per almeno 40 minuti.

In un altro pentolino fate sobbollire le fave in acqua leggermente salata. Prelevate la pelle e tenete da parte le fave pulite.

Passate alla preparazione del risotto. Tritate la restante cipolla e fatela rosolare in un tegame con dell’olio extravergine di oliva. Tagliate lo stoccafisso norvegese a pezzi e fatelo rosolare.

Salate leggermente e lasciate cuocere qualche minuto. Disfate lo stoccafisso con l’aiuto di una forchetta e tenetene da parte un paio di cucchiai.

Unite il riso e fate tostare qualche minuto, sfumate con il vino bianco e poi proseguite la cottura del risotto con il brodo caldo, aggiungendone man mano che viene assorbito.

Quando il riso sarà quasi cotto, aggiungete anche le fave, tenendone da parte qualcuna per la decorazione finale. 

A cottura ultimata spegnete il fuoco, regolate di sale e pepe e cospargete con la scorza di limone. Unite dell’olio extravergine di oliva al limone e fate mantecare.

Decorate i piatti con il restante stoccafisso norvegese e le fave tenute da parte per l’impiattamento finale.

Social

Ultimi articoli:

  • Torta salata con porri, zucchine e senape

    04 Aprile 2024
  • Wrap con fogli di carta di riso e gamberi

    29 Gennaio 2024
  • Alberelli di brie con miele e noci

    04 Gennaio 2024
  • Torta di pasta fillo con feta e timo

    13 Dicembre 2023

I miei libri

Scrivo per:

Instagram

Scrivi un commento