Carne, Secondi

Ossibuchi con patate

Gli ossibuchi con patate sono un piatto tipico delle stagioni più fredde. Si preparano abbastanza spesso, sopratutto qui in Lombardia, anche abbinati al risotto giallo. Credo che il risotto allo zafferano con ossobuco sia uno dei piatti che amo di più.

In realtà io non li preparo spesso perché a casa piacciono solo a me, però diciamo che almeno un paio di volte a stagione, mi tolgo la voglia. Che nessuno poi mi tocchi il midollo caldo, sarei capace di uccidere.

Oggi ho preparato gli ossibuchi in padella con le patate, potete però abbinarli anche al purè di patate oppure potete servirli con la polenta.

Ingredienti (per 2):

2 ossibuchi di vitello

2  patate

1 limone

1 scalogno

1 bicchiere di vino bianco

olio extravergine di oliva

farina

rosmarino

sale

Pelate le patate, tagliatele a spicchi e fatele bollire in acqua salata per una decina di minuti, in modo che comincino a cuocere. Scolatele e tenetele da parte.

Infarinate gli ossibuchi e poi scuoteteli leggermente in modo da togliere la farina in accesso. Fate scaldare un tegame capiente e fate rosolare lo scalogno tritato a coltello con dell’olio extravergine di oliva.

Fate rosolare gli ossibuchi da entrambi i lati e sfumate con il vino. Aggiungete anche il rosmarino e, una volta evaporato il vino, aggiungete le patate e un mestolo abbondante di brodo o acqua calda. Abbassate il fuoco e fate cuocere per circa 40 minuti, aggiungendo il brodo man mano che si asciuga.

Regolate di sale e completate con della scorza di limone grattugiata al momento.

Servite ben caldi.