L’alimentazione corretta dei bambini: zuccheri buoni e cattivi.

23 Novembre 2015

Quanto è importante l’alimentazione nella vita? Tantissimo. La verità è che parte tutto da li.
A maggior ragione se si parla di bambini è importante davvero assumere fin da subito un comportamento alimentare equilibrato e corretto. L’alimentazione corretta dei bambini non basta, è importante avere delle abitudini corrette in termini di sonno e attività fisica.


Oggi però in particolare parliamo di zuccheri, di zuccheri buoni e meno buoni e di come questi abbiamo un ruolo importante a livello di salute. Ne abbiamo parlato durante una tavola rotonda svoltasi alla NFI Nutrition Foundation of Italy.

Quando i bambini nascono hanno una predilezione per il gusto dolce. Questo dura fin verso l’adolescenza. È importante però, soprattutto col passare dei mesi, che i bambini imparino ad avere un’alimentazione varia. Un consiglio per le mamme: non fermatevi mai davanti ai primi rifiuti, ci vogliono anche 10/15 tentativi per far accettare ad un bimbo un alimento nuovo.

Spesso si pensa che i troppi zuccheri siano la causa dell’obesità infantile.
È importante però capire che ci sono zuccheri e zuccheri.

 

L’alimentazione corretta dei bambini: gli zuccheri

Gli zuccheri naturalmente contenuti negli alimenti (fruttosio e lattosio ad esempio) vanno bene mentre bisogna cercare di controllare gli zuccheri aggiunti, forte causa dell’obesità infantile.
Bisogna fare attenzione quindi a dosarli e a non eccederne.

La situazione italiana è in media abbastanza buona rispetto al resto del mondo come consumo di zuccheri aggiunti.
Di contro i nostri bambini fanno meno sport e quindi hanno una tendenza maggiore a prendere peso.

Merendine, succhi di frutta (a meno di quelli che contengano il 100% di frutta) sono da consumare in modo limitato.

Ricordatevi inoltre che gli edulcoranti non vanno somministrati ai bambini fino ai 3 anni di età.

Parlando di dati pratici, ecco la formula per calcolare esattamente il livello di zuccheri aggiunti da rispettare:

Si parte dalle calorie giornaliere, si divide per 100 e poi si divide per 4 per avere i grammi di zuccheri aggiunti concessi.

Un esempio, su 2600 calorie consigliate per un uomo adulto:

2600 : 10= 260 : 4= 65 gr

Mi raccomando, tenete presente questa formula mentre date la merenda ai vostri bimbi!

Senza titolo

Social

Ultimi articoli:

  • Dove mangiare a Malta e a Gozo

    10 Maggio 2024
  • Polpette di pollo con spinacino

    08 Maggio 2024
  • Agretti in padella con acciughe e olive

    18 Aprile 2024
  • Torta salata con porri, zucchine e senape

    04 Aprile 2024

I miei libri

Scrivo per:

Instagram

Scrivi un commento

  1. Ciro Simu Novembre 23, 2015 at 1:28 pm - Reply

    Bellissi mo ost !

    grazie davvero !
    Romina

  2. Marta Novembre 23, 2015 at 3:48 pm - Reply

    grazie Romina!