Pasta, Pesce, Primi

Linguine con pesto, tartare di scampi al profumo di limone e il racconto di come nasce questo pesto

linguine pesto con tartare scampi al profumo di limone

Ecco un piatto di cui sono follemente innamorata: linguine al pesto con tartare di scampi al profumo di limone. Semplice ma davvero particolare e gustoso. La ricetta nasce dal racconto di un’avventura alla scoperta di come nasce il Pesto alla genovese Barilla.

Chi mi segue sui social ha già visto in parte il racconto di questa avventura, cominciata una mattina all’alba nei campi di basilico nei dintorni di Parma, dove si trova l’azienda Barilla.

IMG_3327

6 blogger, 2 squadre e tanta curiosità nello scoprire con i nostri occhi come nasce uno dei prodotti di punta nell’ambito dei sughi pronti: il Pesto alla genovese Barilla. Io ho fatto parte della squadra Bontà, insieme a Enrica e Roberta. Nella squadra qualità c’erano invece Sara, Chiara e Elena. Tra di noi nessuna competizione anzi, eravamo unite dalla curiosità di scoprire dove ci avrebbe portato questa avventura. Eravamo seguite da una troupe per tutte le riprese, in modo da immortalare le nostre impressioni a caldo e le nostre reazioni. (e sì, siamo state truccate un po’, la sveglia alle 4 di mattina non è per tutti)

IMG_3342

A bordo delle due nostre auto siamo partite molto assonnate e anche un po’ scettiche, non lo nascondo, per scoprire da dove viene il basilico che Barilla usa per il suo pesto, come viene lavorato e come arriva sui banchi dei supermercati e poi sulle nostre tavole.

 

Tutto è partito dai campi di basilico dove, sotto una bellissima alba, abbiamo scoperto che tutto il basilico che Barilla utilizza per il pesto alla genovese, viene prodotto solamente tra Giugno e Luglio, in piena stagione. Da quando il basilico arriva in azienda a quando diventa pesto e quindi viene messo sotto vetro, passano solamente 20 minuti. Praticamente sono più veloci di me 😛

Bellissimo poi sentire parlare chi sui campi di basilico lavora e coltiva. Giuseppe Bonati si occupa da moltissimi anni di questi campi. C’è impegno e passione, per crescere un basilico che sia di qualità e che arrivi tale sulle nostre tavole.

IMG_3373

Una volta raccolto con delle macchine apposite che non schiacciano assolutamente il prodotto, il basilico viene portato in azienda dove inizia il  processo produttivo. Gli ingredienti sono pochissimi: basilico, aglio, olio, pecorino, grana e anacardi. Ogni parte del processo produttivo è controllato in modo che siano immediatamente tolti eventuali prodotti non conformi. Il basilico viene lavato, si grattugia il formaggio e poi tutti gli ingredienti vengono uniti, proprio come faremmo noi a casa.

IMG_3294

Lo sapete che Barilla apre le porte a chiunque voglia visitare l’azienda? Sul sito GuardatuStesso potete trovare tutte le informazioni riguardanti i prodotti e guardare davvero con i vostri occhi attraverso uno street view che vi permetterà di “camminare” virtualmente sia nello stabilimento che nei campi.

Troverete anche tutti i video ed altre immagini di questa bella avventura qui. Per ora posso dirvi che all’inizio ero molto scettica sull’utilizzo del pesto pronto ma ora che ho visto come si fa, devo dire che lo utilizzerò più spesso. Soprattutto fuori stagione sarò sicura di gustare un prodotto fatto con vero basilico cresciuto sotto il sole e coltivato con passione.

IMG_3374 (1)

Adesso veniamo al dunque, ovvero alla meravigliosa ricetta che trovate in apertura.

Ingredienti (per 4):

380 g di linguine

1 barattolo di pesto Barilla

8 scampi

1 scalogno

la scorza di un limone

olio evo

sale

Per prima cosa va detto che gli scampi crudi posso essere mangiati solo se prima abbattuti. Se non avete un abbattitore a casa, è necessario chiedere in pescheria degli scampi che possano essere mangiati crudi.

Pulite gli scampi, prelevate la polpa dalla coda, privatela del filetto nero e sciacquatela. Tagliate la polpa a dadini, condite con olio, scorza del limone e tenete da parte.

Mettete in una pentola il resto degli scampi (testa, carapace), riempite di acqua e uno scalogno tagliato a metà. Portate ad ebollizione e lasciate cuocere almeno mezzora. Filtrate il brodo ottenuto che utilizzerete per cuocere la pasta.

Portate di nuovo a bollore, aggiungete il sale e buttate la pasta. Nel frattempo mettete il pesto in un tegame, aggiungetevi un mestolino di acqua di cottura e mescolate bene.

Scolate la pasta, amalgamate bene con il pesto e completate ogni piatto con della tartare di scampi al profumo di limone.

linguine pesto con tartare scampi al profumo di limone 2