Giuditta

Buon compleanno Giuditta

Buon compleanno Giuditta. Questo 24 Marzo è sicuramente più anomalo degli altri. Un compleanno che sia noi che tu ci ricorderemo per molto tempo. Non ci saranno le almeno quattro feste che ogni anno vuoi organizzare: gli amici, i compagni, i nonni di Busto e quelli di Monza.

Non ci sarà la mega torta di compleanno e l’allestimento sirene che volevi quest’anno. Però ci sarà la torta che prepareremo insieme, ripiena di panna montata come me l’hai chiesta.

Ci saranno dei palloncini e un festone che sono riuscita a comprare qualche giorno fa. Ma questa è una sorpresa.

7 anni. L’anno della prima elementare, di questa nuova avventura che ha cambiato connotati. Abbiamo iniziato l’anno andando tutte le mattine a scuola a piedi e non c’era pioggia che tenesse.

Ora ti prepari tutte le mattine, vestita di tutto punto per la tua lezione on line. Ringrazio davvero che tu possa vedere tutti i giorni maestre e compagni, anche solo via computer e adoro vederti vestita di paillettes alle 9 di mattina in casa.

Tutte le mattine scherziamo dicendo che vai ancora a scuola a piedi, solo che la strada è un po’ più corta.

Anche quest’anno ti sei dimostrata forte e determinata. Hai sempre lottato per superare i tuoi limiti. La ginnastica artistica per la quale sembrerebbe che tu sia molto portata e lo sci che ci ha portato in montagna tutti i weekend.

Sei come me tu, non ami il freddo ma sei comunque andata a sciare sempre, facendo nuove e bellissime amicizie. Anche questa volta non diremo a papà che mille volte mi hai chiesto quando fosse in arrivo la primavera o addirittura l’estate.

La primavera è arrivata, a sciare non possiamo più andare ma non possiamo nemmeno uscire e andare al mare come dovevamo fare presto. La cosa bella è che tu sei felice comunque.

Felice anche se non puoi giocare con i tuoi amici o i tuoi cugini, anche se non puoi vedere i nonni. Questo momento passerà e faremo un’altra mega festa con tutti quanti, adesso ci accontenteremo di vederci tramite video.

Mi sembra ieri che eri uno scricciolino e adesso ti vuoi truccare e mi chiedi se l’illuminante vada messo anche sull’arco di cupido. Sai Giuditta, la mamma non aveva la minima idea di dove fosse l’arco di cupido.

Ascolti Benji e Fede e non ti importa se si siano divisi. “Tanto mamma, anche prima cantava prima l’uno e poi l’altro”.

E’ l’anno dei Me contro Te e dello slime ma è sempre anche il momento degli abbracci e dei baci con la mamma e il papà. Mentre scrivo questo post abbiamo appena finito di fare la pancake challenge ed è stata una merenda stupenda.

Ti voglio bene pulce mia, ogni anno sei sempre più bella.

Buon compleanno Giuditta.

Condividi: